Tacchino ai peperoni con riso basmati

Tacchino ai peperoni

Il brutto di essere a dieta (anche se per fortuna la mia non è una dieta eccessivamente restrittiva) è la difficoltà di combinare l’esigenza di mangiare sano, con la voglia di qualcosa di gustoso. Inoltre, dato che bene o male i cibi consentiti sono quelli, più di tanto non si può variare, quindi si rischia di annoiarsi e concedersi degli sgarri.

Ieri ero nervosa, altro elemento di rischio, così per evitare di buttarmi sui cioccolatini, sono andata in cucina e mi sono messa a cucinare con quello che avevo in casa. Ne sono venuti fuori due piattini niente male.

Ingredienti:

  • 300 gr di tacchino (o pollo, se preferite)
  • mezza cipolla
  • 2 peperoni
  • una decina di pomodori ciliegini
  • 200 gr di riso basmati
  • sale
  • peperoncino
  • dado
  • olio
  • vino bianco

Preparazione:

Io ve la dico così come l’ho preparata, perchè essendo una ricetta inventata sul momento ho buttato lì gli ingredienti man mano che mi venivano in mente.

Ho tagliato grossolanamente la cipolla e l’ho messa nel wok con un cucchiaino da caffè di olio.

Mentre stufava ho tagliato il peperone a quadrotti, mettendolo in padella poco alla volta (per intenderci, tagliavo e “sbattevo dentro” senza aspettare di averlo tagliato tutto) dando una mescolata ogni tanto per evitare che si attaccasse.

Ho aggiustato di sale, poi ho pensato che non ci sarebbero stati male due pomodorini, così ho tagliato in 4 quelli che avevo in casa e li ho uniti al resto, tenendo la fiamma medio-alta.

A quel punto ho aggiunto poco peperoncino, ho dato una mescolata e mentre il peperone finiva di cuocere ho tagliato a bocconcini il tacchino e l’ho messo nel wok.

Ho rosolato il tacchino pochi minuti, poi ho aggiunto un bicchiere di vino bianco e ho alzato la fiamma per farlo evaporare.

Ho cotto il tutto una quarantina di minuti, aggiungendo acqua calda con pochissimo dado sbriciolato quando mi sembrava che il peperone stesse asciugandosi troppo.

Nel frattempo ho bollito l’acqua, ho salato e lessato il riso basmati per 12 minuti.

Infine ho fatto una cosa fighissima (fighissima per me che sono imbranata nell’impiattamento, per voi sarà una cosa normale): ho versato il riso in uno stampo in silicone, l’ho tenuto in forma pochi minuti e poi l’ho girato nel piatto.  Risultato spettacolare!

(Del resto ho più stampi in silicone che capelli in testa, in qualche modo dovrò pur usarli!)

Annunci

Pollo alle mandorle

Pollo alle mandorleIo sono da sempre una fan della cucina cinese, però visto che ultimamente i ristoranti della mia zona sono caduti in disgrazia e non cucinano più bene come una volta, quando posso sperimento e provo a cucinarli da sola (almeno so cosa ci metto dentro ;))

Ingredienti:

  • petto di pollo a fette circa 300/350 gr (considerate che io cucino sempre per due, ma con porzioni abbondanti con cui mangerebbero tranquillamente 4 persone)
  • 100 gr di mandorle
  • 1 cipolla
  • zenzero in polvere
  • salsa di soia
  • olio
  • farina per infarinare il pollo

Preparazione:

Per prima cosa fate tostare le mandorle per pochi minuti in una padella antiaderente a fiamma alta (oppure mettetele in forno, come preferite).. dopodichè toglietele dal fuoco e mettetele da parte.

Poi, prendete il pollo, tagliatelo a striscioline o a bocconcini e passatelo nella farina.

In una padella antiaderente (io uso il wok perchè è la padella più capiente che ho) fate soffriggere la cipolla e lo zenzero (io uso lo zenzero in polvere ma volendo si può prenderlo fresco) in un goccino d’olio.

Aggiungete i bocconcini di pollo e fate rosolare.

Quando il pollo è quasi cotto unite un paio di mestoli di salsa di soia, (o un bicchiere se il vostro mestolo è più grande del mio) le mandorle e proseguite la cottura per altri 5 minuti.

Se vi sembra che il pollo stia seccando troppo potete aggiungere un paio di cucchiai di acqua calda.

Servite ben caldo.

 

 

Pollo in crosta di pistacchi con salsa al curry

Pollo con i pistacchi

Questa ricettina arriva fresca fresca da ieri sera, quando l’ho preparata per la prima volta.

Volendo si può usare come antipasto o come piatto finger food in un buffet, basta avere l’accortezza di fare i bocconcini un po’ più piccoli e di usare forchettine o stuzzicadenti per intingerli nella salsina.

E’ di veloce preparazione e di grande effetto, quindi lo riproporrò sicuramente quando avrò amici a cena.

Ingredienti:

Per il pollo

  • Petto di pollo
  • Pistacchi
  • Pan grattato
  • Sale
  • 1 uovo
  • Scorza di un limone
  • olio

Per la salsa

  • una cipolla
  • panna da cucina
  • curry
  • pepe
  • burro

Preparazione:

Prendete una ciotola, sbattete un uovo con un pizzico di sale e unite la scorza grattugiata del limone.

Tagliate il pollo a bocconcini e unitelo all’uovo, lasciando a macerare un paio d’ore.

Passato questo tempo tritate una bella manciata di pistacchi e mescolateli al pan grattato, poi impanate il pollo.

A parte fate una salsina facendo imbiondire la cipolla con una noce di burro.

Togliete dal fuoco, unite il curry (io ne metto parecchio perchè lo amo, ma voi regolatevi con un paio di cucchiaini e poi casomai assaggiate per regolare la quantità), rimettete sul fuoco, dopodichè aggiungete la panna e finite di cuocere.

Aggiustate di sale e pepe e poi versate la crema nelle ciotoline (se avete un minipimer potete dare una frullatina al tutto e aggiungere un altro po’ di panna).

Per finire scaldate l’olio in una padella e friggete i bocconcini di pollo.

Potete servire subito quando è bello caldo o lasciarlo intiepidire (nel caso per esempio lo serviste ad un buffet).

Pollo alla diavola con patate

pollo alla diavola

Potrei quasi scrivere un libro: 101 modi per cucinare il pollo! Non essendo una grande amante della carne rossa,  ma non potendo mangiare solo pasta e pane (quanto mi piacerebbe che i carboidrati non facessero ingrassare!!!), ogni tanto mi invento qualche secondo sfizioso a base di carne bianca. Non che questo piatto sia propriamente dietetico però va beh,  si fa quel che si può e poi già la vita è dura, se ci togliamo anche il piacere del cibo…

Ingredienti:

  • Pollo (intero o a pezzi come preferite.. io ho scelto le sovracosce)
  • due patate
  • rosmarino
  • sale
  • peperoncino
  • olio (io uso quello aromatizzato al pepe)
  • pepe

Preparazione:

In una pirofila mettete a marinare il pollo con olio, rosmarino, pepe, peperoncino e le patate tagliate a tocchetti non grandi. Mescolate bene gli ingredienti con le mani per fare insaporire il tutto e poi lasciate a riposare per un’ora e mezza/ due ore nel forno spento.

Io generalmente uso un olio aromatizzato che mi hanno portato dalla Puglia, che ha già al suo interno tanti pepini colorati e un po’ di peperoncino, per cui evito di aggiungerne altro.

Appena prima di cuocere, aggiungete mezzo bicchiere d’acqua, il sale e infornate per circa un’ora e mezza a 200°/180°

Dato che il mio forno tende a bruciacchiare troppo gli alimenti io generalmente cuocio per i primi 20 minuti a 200° così la pelle del pollo si dora bene e dopo abbasso e proseguo la cottura, mescolando di tanto in tanto per evitare che le patate si attacchino sul fondo.

Fondamentale è curare il piatto, controllare che non si bruci, mescolare, aggiungere dell’acqua se necessario.

Non è un piatto da infornare e lasciare incustodito mentre fate altro, altrimenti rischiate che si attacchi tutto.

(la foto mostra il pollo a metà cottura circa)

 

Cous Cous di verdure e pollo a modo mio

Immagine

Questo è un piatto che adoro, perchè è gustoso, speziato come piace a me ed è ottimo sia consumato caldo appena fatto,  sia freddo il giorno dopo.

Io ho l’abitudine di cucinarlo la sera per la cena e di portarmelo il giorno dopo come “schiscetta” in ufficio.

Ingredienti:

  • 150/200 gr di cous cous
  • 300 gr di pollo
  • 2  zucchine
  • 4 peperoni dolci piccoli
  • salsa di pomodoro q.b.
  • un cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • spezie per cous cous cannamela
  • 1 cipolla
  • brodo q.b.

Preparazione:

Tagliare tutto a striscioline:  il pollo, le zucchine e i peperoni (io uso quelli dolci piccolini perchè li trovo più digeribili, ma si possono usare anche quelli normali).

In una padella capiente (io uso il wok per comodità) soffriggere la cipolla tagliata grossolanamente, con un cucchiaio di olio e un cucchiaio di spezie (fondamentali per la buona riuscita del piatto).

Aggiungere poi il pollo e cuocerlo qualche minuto fino a che non prende colore, poi mettere le verdure.

Dare una bella spolverizzata di spezie, un cucchiaino di sale, mescolare e cuocere una decina di minuti a fuoco medio.

A questo punto io metto un po’ di salsa di pomodoro, un cucchiaio di concentrato di pomodoro e termino la cottura fino a che verdure e pollo non saranno ben cotti, aggiungendo le spezie a piacere (se non si è capito a me piace parecchio speziato!) 🙂 .

A parte far bollire l’acqua con un po’ di dado.

Ci si regola così: un bicchiere d’acqua per ogni bicchiere di cous cous.

Quando il brodo è pronto metto il cous cous in una pentola con un cucchiaio di spezie, aggiungo il brodo, copro e lascio così per 5/6 minuti.

Passato questo tempo, aggiungo un cucchiaino di olio al cous cous, lo sgrano con una forchetta e lo unisco a pollo e verdure.

Per un piatto vegetariano, potete seguire lo stesso procedimento senza mettere il pollo (come nella foto)

Immagine