Torta Vegana al Cioccolato

1798617_358145121038612_2508399386075247120_nBuongiorno a tutti! Prima di pubblicare questa torta volevo aspettare, rifarla e fare delle foto decenti, ma dopo averla assaggiata ero così entusiasta del risultato che non ho potuto aspettare.

Da qualche tempo a questa parte sto facendo degli esperimenti per vedere se uova, burro e latte sono così indispensabili in cucina e ho scoperto che tutto sommato possono essere sostituiti con qualcosa di più sano. In questo modo anche chi ha intolleranze alimentari, o semplicemente problemi di colesterolo, glicemia, etc può mangiare senza stare male e senza sentirsi in colpa.

Dei vari esperimenti fatti, direi che questo è il più riuscito e sono contentissima perchè significa che sto cominciando ad essere bravina!

Sul sito Vegolosi ho trovato un articolo interessantissimo su come si possono sostituire uova e burro nei dolci e a furia di tentativi sto cucinando qualcosa di buono.

In questa ricetta ho sostituito 100 gr di burro con 125 gr di yogurt di soia e le 4 uova con 2 mele grattugiate (peso circa 200 gr)

Ingredienti:

  • 250 gr di cioccolato fondente
  • 100 ml di latte di soia (o latte senza lattosio)
  • 80 gr di zucchero
  • un vasetto di yogurt di soia (circa 125 gr)
  • 2 mele grattugiate (circa 200 gr)
  • 200 gr di farina autolievitante
  • una puntina di lievito per dolci (questo perchè non avendo le uova la torta tende a lievitare poco)

Preparazione:

Sciogliere il cioccolato a bagno maria, nel frattempo sbattere con le fruste lo yogurt e lo zucchero, aggiungere al composto la farina setacciata, il lievito e la mela grattugiata.  Importante è grattugiarla direttamente nel composto, così il liquido della mela aiuterà ad amalgamare gli altri ingredienti.

Aggiungere gradatamente il latte a temperatura ambiente, il cioccolato fuso e mescolare bene.

Foderare una tortiera di carta da forno, versare il composto e cuocere a 170 per circa 40 min

Appena sfornata la torta sembrerà molliccia, ma si assesterà una volta raffreddata.

Come sapore e consistenza ricorda i brownies americani.. OTTIMA!

10954317_357767381076386_3041753858901473549_n

Annunci

Cannelloni Funghi e Philadelphia

Cannelloni cotti

Buongiorno a tutti e buona domenica!

Prosegue, con ottimi risultati direi, la mia sperimentazione di ricette prive di lattosio.

Quella di oggi l’ho scelta partendo dalla ricetta base delle crepes salate che fa solitamente mia mamma e l’ho modificata adattandola alle mie esigenze. Nel ripieno ho messo poco grana per dare sapore, perchè il grana, seppure in moderate quantità, mi è concesso, però voi potete tranquillamente ometterlo se la vostra intolleranza è più grave della mia.

Ingredienti:

Per le crepes/cannelloni:

  • 50 gr di farina
  • 20 gr di burro di soia fuso
  • 50 ml di latte di soia più un paio di cucchiai per alleggerire il composto
  • 2 uova
  • un pizzico di sale

Per il ripieno:

  • una confezione di philadelphia senza lattosio
  • 300 gr di funghi
  • prezzemolo
  • un paio di cucchiai di grana
  • un paio di cucchai di latte di soia
  • sale e pepe q.b.

Per il sughetto:

  • 30 gr di farina
  • 2 cucchiai di vino bianco
  • 300 ml di latte di soia (io vado ad occhio)
  • aglio
  • olio
  • prezzemolo
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

Crepes:

Per prima cosa ho sciolto il burro in un pentolino e ho fatto raffreddare.

Nel frattempo ho sbattuto le uova con un pizzico di sale, poi ho aggiunto il latte, la farina setacciata, il burro e ho mescolato bene. Dato che il composto mi sembrava un po’ troppo denso, ho aggiunto ancora un paio di cucchiai di latte. Mi capita spesso, quando modifico una ricetta utilizzando ingredienti di soia, di dover aggiungere del latte, questo perchè non sempre la densità del latte di soia è la stessa di quello vaccino. La resa di un composto può risultare differente anche a seconda della marca utilizzata, perciò generalmente parto dalla ricetta base e poi mi regolo ad occhio.

A questo punto ho scaldato la mia fantastica nuova padella per crepes, spennellandola con pochissimo olio e ho fatto cuocere le mie crepes, pochi minuti per lato.

Ripieno:

Ho fatto imbiondire l’aglio in una padella con pochissimo olio e poi ho aggiunto funghi, prezzemolo, sale e ho cotto per una ventina di minuti, fino a che mi sembravano piuttosto croccanti.

Ho lasciato raffreddare i funghi e una volta freddi li ho tritati per bene con la mezzaluna.

In un’insalatiera ho mescolato il philadelphia, stemperandolo con qualche cucchiaio di latte, poi ho aggiunto i funghi, il grana e ho mescolato bene.

Dopodichè ho farcito le mie crepes, spalmandole con il ripieno e poi arrotolandole per formare dei cannelloni casalinghi. Ho preso una pirofila, ho versato un paio di cucchiai di ripieno sul fondo e poi ho adagiato i miei cannelloni fino a riempirla.

Sughetto:

In una padella antiaderente ho messo l’aglio, un filo d’olio e poi gli altri ingredienti: farina, latte, vino, sale, pepe, prezzemolo. Ho lasciato sul fuoco a rapprendere una decina di minuti, fino a che non si è formata una cremina che poi ho versato sui miei cannelloni.

Cannelloni

Volendo prima di infornare si può dare ancora una spolverata di grana, io mi sono dimenticata 🙂

Ho cotto per 15 minuti a 180°

Riso Venere con Mazzancolle al Curry

Riso venere con mazzancolle_2

La ricetta di oggi l’ho inventata sul momento con quello che avevo in frigorifero.

E’ semplice, rapida da fare e buonissima! L’idea di mettere il riso negli stampini è di sicuro effetto e vi permetterà di fare un figurone con i vostri ospiti!

Ingredienti:

  • 200 gr di riso venere
  • 100 gr di mazzancolle
  • panna di soia
  • 1 cucchiaio di farina
  • pepe
  • curry

Preparazione:

Mettere l’acqua a bollire in una pentola e cuocere il riso venere per 45/50 minuti.

Nel frattempo pulire le mazzancolle togliendo i gusci.

In una pentola soffriggere l’aglio con un cucchiaino di olio, poi cuocere le mazzancolle a fuoco medio alto per qualche minuto.

Abbassare la fiamma e unire due cucchiai di panna di soia, una bella spolverata di curry, poi proseguire la cottura qualche minuto.  Per renderla più leggera (anche se la panna di soia non è pesante come quella tradizionale) ho messo solo due cucchiai, poi ho aggiunto un bicchiere di acqua tiepida e un cucchiaio di farina, che ho fatto sciogliere mescolando, per evitare che si formassero dei grumi.

A cottura quasi ultimata ho dato una spolverata di pepe e un altro giro di curry.

Quando il riso è giunto a cottura, l’ho scolato, fatto saltare un minuto con il sugo, poi l’ho messo negli stampi e ho impiattato.

Riso venere con mazzancolle_1