Il disastro di San Valentino (crostata al doppio cioccolato)

Frolla al doppio cioccolato

Quando la mia amica Anya mi ha dato la ricetta di questa torta fighissima ho pensato “la metterò sul Blog per San Valentino e farò un figurone”.. Già mi immaginavo un titolo super e un post in cui ringraziavo lei che mi aveva dato la ricetta e la mia amica Barbara che mi ha supportata psicologicamente nella preparazione.. una roba che neanche alla premiazione degli Oscar!! E invece mi sono imbattuta nella mia solita imbranataggine e dopo aver speso una giornata intera a cucinare, aver ridotto la cucina in uno stato pietoso ed essermi ritrovata con la crema nascosta nei capelli e nei posti più impensati, la torta non è per niente venuta come mi aspettavo. Non vi mostro la foto dell’originale perchè non ho voglia di sentire un coro di “buuu” e perchè spero un giorno di riuscire a rifarla come la sua.

Per ora accontentatevi di questa che nonostante l’aspetto tremendo è venuta moooolto buona. Quindi, grazie Anya per la ricetta, la prossima volta mi impegnerò di più!

Ingredienti:

Per la Frolla:

  • 80gr di zucchero
  • 300 gr di farina
  • un uovo intero e  1 tuorlo
  • 130 gr di burro ammorbidito
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • 30 gr di cacao in polvere (da mettere solo in una piccola parte dell’impasto)

Per la Crema al cioccolato fondente:

  • 50 gr di zucchero
  • 250 ml di latte
  • 1 uovo
  • 20 gr di farina
  • 50 gr di cioccolato fondente

Per la Crema al cioccolato bianco:

  • 50 gr di zucchero
  • 250 ml di latte
  • 1 uovo
  • 20 gr di farina
  • 50 gr di cioccolato bianco

Preparazione:

Come prima cosa bisogna preparare le creme, perchè andranno usate da fredde. Io le ho preparate al mattino e la torta l’ho farcita nel primo pomeriggio.

Mettete il latte a bollire in un pentolino e nel frattempo in una terrina lavorate l’uovo con lo zucchero.  Setacciate la farina e incorporatela poco alla volta all’uovo e allo zucchero, continuando a mescolare. Stemperate con un cucchiaio di latte, mescolate e poi mettete tutto sul fuoco, mescolando a fuoco moderato fino a che la crema non si sarà addensata.

A questo punto incorporate il cioccolato fondente tagliato a quadrotti e mescolate fino a che non si sarà sciolto.

[Quante volte ho già ripetuto “mescolare”???]

Versate la crema in una tazza capiente e copritela con la pellicola per evitare che si formi l’antiestetica pellicina.

Ripetete la procedura con il cioccolato bianco.

(Per non ripetere il tutto due volte, potete preparare la crema, dividerla a metà e poi successivamente incorporare i due cioccolati).

Per la frolla: mettete tutti gli ingredienti tranne il cacao nel robot da cucina o nella planetaria e impastate bene, dopodichè prelevate una piccola quantità di frolla e aggiungete il cacao. Sconsiglio vivamente di rimettere il tutto nel robot come ho fatto io perchè altrimenti vi ritroverete con l’impasto scomposto in tante piccole palline marroni [che bella immagine] che dovrete comunque reimpastare a mano.

Cmq.. se riuscite a sopravvivere a questa operazione senza ritrovarvi ricoperte di cacao, formate delle palle con i due composti, avvolgetele nella pellicola e mettetele in frigorifero per una mezz’oretta.

Passato questo tempo, toglietele dal frigorifero e aiutandovi con un mattarello infarinato formate un disco di frolla che andrete a mettere sulla tortiera.

Io ho usato una tortiera in silicone a forma di cuore perchè mi piace complicarmi la vita, ma se ne avete una rotonda, usate quella, magari ricoperta di carta da forno così siete più rapide quando dovete impiattarla.

A questo punto, [e se non vi è ancora venuto l’esaurimento nervoso, sappiate che vi verrà] dovete prendere l’impasto al cacao e fare un salsicciotto, stessa cosa la farete con l’impasto bianco che andrete ad intrecciare a quello al cacao.

Se siete delle brave massaie questa operazione vi verrà con facilità, se siete delle imbranate (tipo me) l’impasto al cacao si sbriciolerà sotto le vostre mani,  imprecherete per 20 minuti peggio di un camionista veneto e dopo aver sudato 7 camicie, riuscirete in qualche modo a piazzare questa treccia ai bordi della frolla a formare un fantastico decoro.

Ma non è finita!!!! [E qui ci starebbe bene la risata finale di Thriller, non so se avete presente]

Perchè a questo punto dovrete finalmente usare le due creme, mettendole in due sac a poche differenti..

ORA la ricetta originale prevedeva di creare dei cerchi concentrici alternando le due creme per poi fare una graziosa grechina aiutandovi con uno stuzzicadenti.. Vi assicuro che ci ho provato, ce l’ho messa tutta davvero, ma stava venendo una roba orrenda e ho desistito.

Per cui voi, se voi siete brave fate pure.. io mi sono limitata a sbattere la crema al cioccolato fondente a cazzuolate sulla frolla, poi ho fatto la stessa cosa con quella bianca e infine ho decorato con dei cuoricini di frolla bianca e al cacao.

Le macchie che vedete sono quelli al cacao..

Alla fine, prossima all’esaurimento nervoso e stanca morta, ho infornato per 30 minuti a 180°.

Consiglio di usare il forno ventilato (cosa che io ovviamente non ho fatto) e di mettere della carta da forno sulla frolla per evitare che bruci.

Vi assicuro che nonostante la faticaccia e l’imbranataggine evidenti, la torta era fantastiac.

Il gusto delicatissimo valeva tutti gli sforzi fatti!

Anche se devo dire che dopo questa prova DI SICURO da grande non farò il pasticcere!!

 

Annunci