Polpettone ripieno ai peperoni con formaggio di soia

  

Polpettone ai peperoni

Oggi mi piacerebbe inaugurare una sezione di ricette per coloro che hanno delle intolleranze alimentari, perchè da quando la nutrizionista mi ha consigliato di eliminare latte e derivati (ad eccezioni del grana e del formaggio di capra) è diventato difficile trovare ricette che andassero bene e per un periodo mi sono arenata, cucinando sempre le stesse cose. In realtà è bastato documentarmi un pochino per scoprire che in alcune catene di supermercati si possono reperire facilmente alimenti privi di lattosio che hanno anche il vantaggio di essere privi di colesterolo e quindi più sani. Con un po’ di fantasia e voglia di sperimentare, si possono cucinare piatti che non hanno nulla da invidiare a quelli preparati con prodotti tradizionali.

Ingredienti:

  • 350 gr di carne trita di manzo
  • una confezione di formaggio di soia spalmabile (la valsoia si trova in tutti i supermercati)
  • 2 peperoni
  • un uovo
  • prezzemolo
  • formaggio grana
  • pan grattato
  • noce moscata
  • sale
  • pepe
  • aglio
  • burro di soia

Preparazione:

Tagliare il peperone a striscioline e cuocerlo in una padella antiaderente con poco olio e uno spicchio di aglio per circa 20 minuti (coperto e a fiamma bassa).

Nel frattempo in un’insalatiera mescolare la carne trita e gli altri ingredienti impastando bene con le mani fino a formare una palla che metteremo nel frigorifero per una ventina di minuti.

Dopodichè estrarre la carne dal frigorifero e stenderla fra due strati di carta da forno e appiattirla aiutandovi con un mattarello.

Rimuovere lo strato superiore di carta da forno, spalmare la carne di formaggio di soia e ricoprire con i peperoni

Polpettone ai peperoni ripieno

Piegare per il senso della lunghezza prima un lato e poi l’altro, dando la classica forma del polpettone e cercando di sigillare bene i bordi

Polpettone ai peperoni

Prima di infornare, mettere sulla superficie del polpettone qualche fiocco di burro di soia (reperibile da naturasì) e infornare per 40 minuti a 180°.

Consiglio a metà cottura di girarlo in modo che si colori uniformemente da tutti i lati.

Fetta di polpettone ai peperoni

 

 

 

Annunci

Merluzzo e radicchio al cartoccio

Merluzzo al cartoccio cotto

L’idea per questa ricetta mi è venuta durante le vacanze di Natale, perchè dopo i bagordi natalizi cercavo qualcosa di leggero da preparare, ma in casa avevo solo merluzzo (che odio) e radicchio.  Ho pensato “proviamo a metterli insieme e vediamo che succede!” e così ne è nato un piatto semplicissimo  e buono anche per chi come me non ama molto il merluzzo.

Ingredienti:

  • Merluzzo surgelato
  • Radicchio trevigiano
  • prezzemolo
  • olio

Preparazione:

Come vi dicevo, è molto semplice: prendete la stagnola e mettetela sulla placca da forno, formando una croce, adagiatevi il merluzzo ancora surgelato, il radicchio, il prezzemolo e un cucchiaino da caffè di olio (io non ho messo sale, per farlo ancora più dietetico, voi se volete potete metterne un pizzico)

Merluzzo al cartoccio crudo

Chiudete bene e fate cuocere a 180° per 40 minuti.

Tacchino ai peperoni con riso basmati

Tacchino ai peperoni

Il brutto di essere a dieta (anche se per fortuna la mia non è una dieta eccessivamente restrittiva) è la difficoltà di combinare l’esigenza di mangiare sano, con la voglia di qualcosa di gustoso. Inoltre, dato che bene o male i cibi consentiti sono quelli, più di tanto non si può variare, quindi si rischia di annoiarsi e concedersi degli sgarri.

Ieri ero nervosa, altro elemento di rischio, così per evitare di buttarmi sui cioccolatini, sono andata in cucina e mi sono messa a cucinare con quello che avevo in casa. Ne sono venuti fuori due piattini niente male.

Ingredienti:

  • 300 gr di tacchino (o pollo, se preferite)
  • mezza cipolla
  • 2 peperoni
  • una decina di pomodori ciliegini
  • 200 gr di riso basmati
  • sale
  • peperoncino
  • dado
  • olio
  • vino bianco

Preparazione:

Io ve la dico così come l’ho preparata, perchè essendo una ricetta inventata sul momento ho buttato lì gli ingredienti man mano che mi venivano in mente.

Ho tagliato grossolanamente la cipolla e l’ho messa nel wok con un cucchiaino da caffè di olio.

Mentre stufava ho tagliato il peperone a quadrotti, mettendolo in padella poco alla volta (per intenderci, tagliavo e “sbattevo dentro” senza aspettare di averlo tagliato tutto) dando una mescolata ogni tanto per evitare che si attaccasse.

Ho aggiustato di sale, poi ho pensato che non ci sarebbero stati male due pomodorini, così ho tagliato in 4 quelli che avevo in casa e li ho uniti al resto, tenendo la fiamma medio-alta.

A quel punto ho aggiunto poco peperoncino, ho dato una mescolata e mentre il peperone finiva di cuocere ho tagliato a bocconcini il tacchino e l’ho messo nel wok.

Ho rosolato il tacchino pochi minuti, poi ho aggiunto un bicchiere di vino bianco e ho alzato la fiamma per farlo evaporare.

Ho cotto il tutto una quarantina di minuti, aggiungendo acqua calda con pochissimo dado sbriciolato quando mi sembrava che il peperone stesse asciugandosi troppo.

Nel frattempo ho bollito l’acqua, ho salato e lessato il riso basmati per 12 minuti.

Infine ho fatto una cosa fighissima (fighissima per me che sono imbranata nell’impiattamento, per voi sarà una cosa normale): ho versato il riso in uno stampo in silicone, l’ho tenuto in forma pochi minuti e poi l’ho girato nel piatto.  Risultato spettacolare!

(Del resto ho più stampi in silicone che capelli in testa, in qualche modo dovrò pur usarli!)

Salsiccia e Broccoli

Salsiccia e broccoliIngredienti:

  • Salsiccia gentile 200/300 gr
  • un broccolo
  • aglio
  • peperoncino
  • olio
  • pepe

Preparazione:

Per questo tipo di piatti io utilizzo sempre il wok per comodità, ma una qualunque padella antiaderente va bene.

Far soffriggere l’aglio con il peperoncino e l’olio. Io abbondo sempre di peperoncino perchè mi piace molto, voi potete essere più moderati, se preferite.

Prendere il broccolo, tagliare le cimette e farle rosolare nel wok per qualche minuto. Nel frattempo tagliare la salsiccia a pezzi e aggiungerla ai broccoli.

Sistemare di sale, di peperoncino e volendo di pepe e continuare la cottura fino a che tutti gli ingredienti non sono cotti.

Se sembra che si stia asciugando troppo, mettere mezzo bicchiere di acqua tiepida (non troppa, se no lessa e non viene bello croccante come dovrebbe essere).

Servite caldo.

 

Parmigiana Bianca di Zucchine

parmigiana di zucchine

Per la serie “cucina a prova di bambino”, oggi cuciniamo un piatto semplicissimo: la parmigiana bianca di zucchine (chiamata così anche se non c’è il parmigiano e della parmigiana tradizionale ha ben poco). Potremmo definirlo un evergreen, perchè va bene per tutte le stagioni ed è economico e semplice da preparare.

Ingredienti:

  • 3 zucchine
  • 100 gr di prosciutto cotto
  • 100 gr di scamorza affumuicata (ma anche quella normale va benissimo)
  • olio
  • sale q.b

Preparazione:

 Prendere le zucchine e tagliarle per il lungo in fette abbastanza sottili.

Farle grigliare su una griglia o padella antiaderente e metterle in un piatto a raffreddare con un goccino d’olio e poco sale.

Foderare una teglia con carta da forno e poi procedere con la preparazione della parmigiana alternando zucchine, prosciutto e scamorza a dadini fino a completamento degli ingredienti.

Cuocere a 180 gradi per 30 minuti

Facile, veloce e tutto sommato dietetica.

Pollo alle mandorle

Pollo alle mandorleIo sono da sempre una fan della cucina cinese, però visto che ultimamente i ristoranti della mia zona sono caduti in disgrazia e non cucinano più bene come una volta, quando posso sperimento e provo a cucinarli da sola (almeno so cosa ci metto dentro ;))

Ingredienti:

  • petto di pollo a fette circa 300/350 gr (considerate che io cucino sempre per due, ma con porzioni abbondanti con cui mangerebbero tranquillamente 4 persone)
  • 100 gr di mandorle
  • 1 cipolla
  • zenzero in polvere
  • salsa di soia
  • olio
  • farina per infarinare il pollo

Preparazione:

Per prima cosa fate tostare le mandorle per pochi minuti in una padella antiaderente a fiamma alta (oppure mettetele in forno, come preferite).. dopodichè toglietele dal fuoco e mettetele da parte.

Poi, prendete il pollo, tagliatelo a striscioline o a bocconcini e passatelo nella farina.

In una padella antiaderente (io uso il wok perchè è la padella più capiente che ho) fate soffriggere la cipolla e lo zenzero (io uso lo zenzero in polvere ma volendo si può prenderlo fresco) in un goccino d’olio.

Aggiungete i bocconcini di pollo e fate rosolare.

Quando il pollo è quasi cotto unite un paio di mestoli di salsa di soia, (o un bicchiere se il vostro mestolo è più grande del mio) le mandorle e proseguite la cottura per altri 5 minuti.

Se vi sembra che il pollo stia seccando troppo potete aggiungere un paio di cucchiai di acqua calda.

Servite ben caldo.

 

 

Rotolo di frittata alla menta, con zucchine e pomodori secchi

frittatie

La ricetta di queste frittatine me l’ha data un’amica da cui sono stata a cena sabato sera e dato che mi sono piaciute moltissimo ho colto l’occasione e le ho preparate per stasera.

Sono un ottimo finger food e potete proporle come antipasto oppure come secondo, accompagnate da un’insalatina leggera, come farò io stasera.

Ingredienti:

  • due zucchine
  • quattro uova
  • menta a piacere
  • sale
  • pepe
  • pomodori secchi
  • formaggio grattugiato

Preparazione:

Per prima cosa preparate la frittata sbattendo le uova, il grana, il sale e il pepe. Per ultima unite la menta, mescolate bene ed infornate a forno caldo per 15 minuti a 200 °.

Solitamente quando faccio la frittata uso la placca del forno, ma stavolta (e penso che d’ora in poi farò sempre così) ho imburrato una tortiera rotonda, l’ho coperta di carta da forno (imburrarla serve a “incollare” la carta da forno ed evitare che si sposti) e ho versato le uova. In questo modo la cottura è risultata più omogenea e la frittata ha preso una forma più regolare.

Mentre la frittata cuoceva ho tagliato le zucchine per il lungo e le ho grigliate (ho fatto in modo che non risultassero troppo secche).

A cottura ultimata della frittata l’ho tolta dal forno, lasciata riposare pochi minuti e poi l’ho farcita con zucchine e pomodori secchi.

Frittata Farcita

Aiutandomi con la carta da forno l’ho arrotolata e messa in frigorifero qualche ora, poi l’ho tagliata a rondelle che ho chiuso con uno stuzzicadenti per evitare che si aprissero.

Pollo in crosta di pistacchi con salsa al curry

Pollo con i pistacchi

Questa ricettina arriva fresca fresca da ieri sera, quando l’ho preparata per la prima volta.

Volendo si può usare come antipasto o come piatto finger food in un buffet, basta avere l’accortezza di fare i bocconcini un po’ più piccoli e di usare forchettine o stuzzicadenti per intingerli nella salsina.

E’ di veloce preparazione e di grande effetto, quindi lo riproporrò sicuramente quando avrò amici a cena.

Ingredienti:

Per il pollo

  • Petto di pollo
  • Pistacchi
  • Pan grattato
  • Sale
  • 1 uovo
  • Scorza di un limone
  • olio

Per la salsa

  • una cipolla
  • panna da cucina
  • curry
  • pepe
  • burro

Preparazione:

Prendete una ciotola, sbattete un uovo con un pizzico di sale e unite la scorza grattugiata del limone.

Tagliate il pollo a bocconcini e unitelo all’uovo, lasciando a macerare un paio d’ore.

Passato questo tempo tritate una bella manciata di pistacchi e mescolateli al pan grattato, poi impanate il pollo.

A parte fate una salsina facendo imbiondire la cipolla con una noce di burro.

Togliete dal fuoco, unite il curry (io ne metto parecchio perchè lo amo, ma voi regolatevi con un paio di cucchiaini e poi casomai assaggiate per regolare la quantità), rimettete sul fuoco, dopodichè aggiungete la panna e finite di cuocere.

Aggiustate di sale e pepe e poi versate la crema nelle ciotoline (se avete un minipimer potete dare una frullatina al tutto e aggiungere un altro po’ di panna).

Per finire scaldate l’olio in una padella e friggete i bocconcini di pollo.

Potete servire subito quando è bello caldo o lasciarlo intiepidire (nel caso per esempio lo serviste ad un buffet).

Plumcake salato ai pomodori secchi

Plumcake intero

Ingredienti:

  • Pomodori secchi a piacere
  • Origano
  • 250 gr di farina 00
  • 3 uova
  • 100 ml di latte
  • 100 ml di olio + 1 cucchiaio per fare il pesto di pomodori
  • 100 gr di parmigiano
  • una decina di acciughe
  • 1 bustina di lievito istantaneo per torte salate
  • semi di papavero
  • sale
  • pepe

Preparazione:

Preparare un pesto di pomodori secchi tritando in un robot da cucina qualche pomodoro secco sott’olio, tre o quattro acciughe, l’origano e il cucchiaio di olio. Io mi sono regolata ad occhio perchè i pomodori secchi mi piacciono molto e ne ho messi una bella manciata.

In una ciotola mescolare le uova con il latte e l’olio. Ho provato a mettere  un uovo in meno, perchè non mi andava di esagerare, ma alla fine non si amalgamava bene il tutto quindi ho dovuto aggiungere anche il terzo.

Aggiungere la farina poco alla volta, mescolando, poi mettere il grana e infine una bustina di lievito.

Aggiungere qualche cucchiaio di semi di papavero, un altro cucchiaio di origano e aggiustare di sale e pepe. Se vi piacciono potete sminuzzare le acciughe rimaste e mescolarle al resto.

Quando il composto è bene amalgamato, metterlo in uno stampo da plumcake (io uso quelli in silicone che non vanno unti, ma se ne usate uno normale ricordatevi di ungere lo stampo o di mettere la carta da forno),  e cospargere il tutto con i semi di papavero.

Cuocere 50 minuti a 180°

Plumcake fetta

Involtini di pancetta e tacchino

Involtini 2

Questa ricettina me l’ha passata una collega.

Oltre ad essere buonissimi, questi involtini si preparano in pochissimo tempo e sono un ottimo salvacena quando avete ospiti improvvisi e non sapete cosa preparare.

Ingredienti:

  • fesa di tacchino (io ho comprato una confezione da 300 gr circa)
  • pancetta (la quantità dipende da quanti involtini volete fare)
  • salvia
  • rosmarino
  • burro
  • sottilette dal cuore morbido (o un formaggio a piacere)
  • un bicchiere di vino bianco
  • stuzzicadenti

Preparazione:

Prendere le fette di tacchino e tagliarle a metà.

Su ogni fetta inserire un pezzetto di sottiletta (io le ho tagliate a metà per il lungo e con una sottiletta ne ho farcite due), arrotolare il tacchino e avvolgetelo nella pancetta. Infine chiudete tutto con uno stuzzicadenti.

In una padella antiaderente fate sciogliere una noce di burro con la salvia, disponete gli involtini come nella foto e cospargeteli di rosmarino.

Involtini

Fate rosolare pochi minuti a fiamma media da entrambi i lati e poi sfumate con del vino bianco.

Quando il vino sarà evaporato, coprite e cuocete per 10/15 minuti.

Si formerà una cremina deliziosa.. impossibile non fare la scarpetta!!!

(La mia collega invece della pancetta usa la coppa, ma non ho ancora provato)