zuppa di lenticchie

20150102_203038

Non si può cominciare l’anno senza un buon piatto di lenticchie! A me cucinate nel modo tradizionale non piacciono, quindi ho ripiegato con una zuppetta piccante. L’idea l’ho presa navigando qua e là in rete e poi l’ho modificata a mio piacere. Nella foto ho usato al posto dei crostini dell’ottimo pane guttiau sardo.

Ingredienti:

  • 100 gr di lenticchie
  • una carota
  • Una bottiglia grande di passata di pomodoro  (a me piace la mutti)
  • Mezza cipolla
  • peperoncino
  • sale
  • pepe
  • Dadini di pancetta o di speck
  • rosmarino oppure timo e maggiorana
  • crostini o pane guttiau

Procedimento

Ho messo a bagno le lenticchie qualche ora, poi le ho scolate e fatte lessare in abbondante acqua in cui avevo immerso due carote.

In una padella antiaderente ho fatto imbiondire la cipolla tagliata non troppo finemente, il peperoncino e i dadini di pancetta  (a volte uso lo speck, dipende da cosa ho in casa). Poi ho aggiunto la passata di pomodoro, il rosmarino e un pizzico di sale. Anche qui, decido le spezie da utilizzare in base a quelle che ho in casa. Non sono male neanche timo e maggiorana. Faccio cuocere il sugo a fiamma bassa, se serve aggiungo un po’ d’acqua per evitare che resti troppo asciutto. A quel punto scolo le lenticchie leggermente al dente. Aggiusto il sugo di sale e pepe, aggiungo un filo di peperoncino se serve e poi unisco le lenticchie. Faccio cuocere tutto insieme per una decina di minuti e poi servo la zuppetta ben calda.

Annunci

Supette di Cogne

supette (1)

E’ veramente moltissimo che non scrivo, il tempo è volato senza che me ne rendessi conto.

Per farmi perdonare per la prolungata assenza, torno con una ricettina che è qualcosa di sublime.

La prima volta che l’ho assaggiata ero in Valle D’Aosta, in una frazioncina vicina a Cogne, ed è stato amore al primo assaggio. Da allora, ogni volta che vado a trovare mia mamma in montagna mi faccio una bella scorpacciata e quando, come quest’anno, non riesco ad andarci, mia mamma mi porta a casa gli ingredienti e me la faccio da sola.

Perchè certo la fontina e il burro che si trovano dalle nostre parti sono buoni, ma niente a che vedere con quelli presi lì.

supette (2)

Gli ingredienti sono tutti quelli che vedete nella foto, anzi no, perchè manca la regina, vera protagonista di questa ricetta: la cannella!

La cannella in un piatto salato, direte voi, ma che sei matta? Eh.. dovete assolutamente provare per capire quanto invece sia azzeccata.

Ingredienti:

  • Riso
  • Brodo (di carne o di verdure, come preferite)
  • Cannella
  • Fontina
  • Pane secco
  • Burro a profusione

Preparazione:

Partiamo dal presupposto che questa non è una ricetta dietetica e nemmeno una ricetta adatta agli intolleranti al lattosio.. Io me la concedo una volta all’anno e la pago cara e salata, però sono convinta che ne valga la pena.. Voglio dire,  se ti togli anche il piacere della cucina che vita è?

Come prima cosa preparate un bel brodo e mentre cuoce, aggiungete una bella spolverata di cannella.

Fate tostare il riso in una pentola antiaderente e fatelo cuocere nel brodo preparato, aggiustando di sale e di cannella a piacere.

Questo potete tranquillamente prepararlo il giorno prima.

Prendete del pane secco, fatelo abbrustolire in una padella con un po’ di burro e lasciatelo raffreddare.

A parte, scaldate un bel quantitativo di burro con un po’ di cannella. Il burro deve cuocere parecchio, si deve sciogliere bene e prendere il colore marroncino della cannella.

A questo punto siete pronti per comporre questa lasagnetta meravigliosa

In una pirofila rettangolare mettete il riso preparato in precedenza, e copritelo con uno strato di fontina

supette (3)

Prendete poi il pane secco e fate un altro strato, che coprirete con un giro di burro fuso

supette (4)

Fate un altro strato di riso, aggiungete altro burro e infine terminate con uno strato di fontina.

supette

Date un altro giro di burro e infornate a 200° fino a che gli ingredienti non si saranno sciolti bene.

Servite ben caldo e godete!!!

 

 

Cannelloni Funghi e Philadelphia

Cannelloni cotti

Buongiorno a tutti e buona domenica!

Prosegue, con ottimi risultati direi, la mia sperimentazione di ricette prive di lattosio.

Quella di oggi l’ho scelta partendo dalla ricetta base delle crepes salate che fa solitamente mia mamma e l’ho modificata adattandola alle mie esigenze. Nel ripieno ho messo poco grana per dare sapore, perchè il grana, seppure in moderate quantità, mi è concesso, però voi potete tranquillamente ometterlo se la vostra intolleranza è più grave della mia.

Ingredienti:

Per le crepes/cannelloni:

  • 50 gr di farina
  • 20 gr di burro di soia fuso
  • 50 ml di latte di soia più un paio di cucchiai per alleggerire il composto
  • 2 uova
  • un pizzico di sale

Per il ripieno:

  • una confezione di philadelphia senza lattosio
  • 300 gr di funghi
  • prezzemolo
  • un paio di cucchiai di grana
  • un paio di cucchai di latte di soia
  • sale e pepe q.b.

Per il sughetto:

  • 30 gr di farina
  • 2 cucchiai di vino bianco
  • 300 ml di latte di soia (io vado ad occhio)
  • aglio
  • olio
  • prezzemolo
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

Crepes:

Per prima cosa ho sciolto il burro in un pentolino e ho fatto raffreddare.

Nel frattempo ho sbattuto le uova con un pizzico di sale, poi ho aggiunto il latte, la farina setacciata, il burro e ho mescolato bene. Dato che il composto mi sembrava un po’ troppo denso, ho aggiunto ancora un paio di cucchiai di latte. Mi capita spesso, quando modifico una ricetta utilizzando ingredienti di soia, di dover aggiungere del latte, questo perchè non sempre la densità del latte di soia è la stessa di quello vaccino. La resa di un composto può risultare differente anche a seconda della marca utilizzata, perciò generalmente parto dalla ricetta base e poi mi regolo ad occhio.

A questo punto ho scaldato la mia fantastica nuova padella per crepes, spennellandola con pochissimo olio e ho fatto cuocere le mie crepes, pochi minuti per lato.

Ripieno:

Ho fatto imbiondire l’aglio in una padella con pochissimo olio e poi ho aggiunto funghi, prezzemolo, sale e ho cotto per una ventina di minuti, fino a che mi sembravano piuttosto croccanti.

Ho lasciato raffreddare i funghi e una volta freddi li ho tritati per bene con la mezzaluna.

In un’insalatiera ho mescolato il philadelphia, stemperandolo con qualche cucchiaio di latte, poi ho aggiunto i funghi, il grana e ho mescolato bene.

Dopodichè ho farcito le mie crepes, spalmandole con il ripieno e poi arrotolandole per formare dei cannelloni casalinghi. Ho preso una pirofila, ho versato un paio di cucchiai di ripieno sul fondo e poi ho adagiato i miei cannelloni fino a riempirla.

Sughetto:

In una padella antiaderente ho messo l’aglio, un filo d’olio e poi gli altri ingredienti: farina, latte, vino, sale, pepe, prezzemolo. Ho lasciato sul fuoco a rapprendere una decina di minuti, fino a che non si è formata una cremina che poi ho versato sui miei cannelloni.

Cannelloni

Volendo prima di infornare si può dare ancora una spolverata di grana, io mi sono dimenticata 🙂

Ho cotto per 15 minuti a 180°

Riso Venere con Mazzancolle al Curry

Riso venere con mazzancolle_2

La ricetta di oggi l’ho inventata sul momento con quello che avevo in frigorifero.

E’ semplice, rapida da fare e buonissima! L’idea di mettere il riso negli stampini è di sicuro effetto e vi permetterà di fare un figurone con i vostri ospiti!

Ingredienti:

  • 200 gr di riso venere
  • 100 gr di mazzancolle
  • panna di soia
  • 1 cucchiaio di farina
  • pepe
  • curry

Preparazione:

Mettere l’acqua a bollire in una pentola e cuocere il riso venere per 45/50 minuti.

Nel frattempo pulire le mazzancolle togliendo i gusci.

In una pentola soffriggere l’aglio con un cucchiaino di olio, poi cuocere le mazzancolle a fuoco medio alto per qualche minuto.

Abbassare la fiamma e unire due cucchiai di panna di soia, una bella spolverata di curry, poi proseguire la cottura qualche minuto.  Per renderla più leggera (anche se la panna di soia non è pesante come quella tradizionale) ho messo solo due cucchiai, poi ho aggiunto un bicchiere di acqua tiepida e un cucchiaio di farina, che ho fatto sciogliere mescolando, per evitare che si formassero dei grumi.

A cottura quasi ultimata ho dato una spolverata di pepe e un altro giro di curry.

Quando il riso è giunto a cottura, l’ho scolato, fatto saltare un minuto con il sugo, poi l’ho messo negli stampi e ho impiattato.

Riso venere con mazzancolle_1

Risotto alla birra con salsiccia e radicchio

riso salsiccia e radicchio

Dopo tanti piatti light, mi sembrava doveroso proporvi una portata bella sostaziosa, di quelle che piacciono a me!

La ricetta è presa paro paro dal sito Giallo Zafferano.

Ingredienti:

  • 200/250 gr di riso (io uso il carnaroli)
  • Radicchio veronese o trevisana (quantità a piacere)
  • 200 gr di salsiccia gentile
  • una cipolla
  • un bicchiere di birra rossa (io uso la moretti e non ci sta male, ma se provate con una birra belga è il top)
  • Brodo
  • Formaggio grattugiato
  • pepe

Preparazione:

Tagliate finemente la cipolla ed il radicchio.

Togliete la salsiccia dal suo budello e sgranatela con una forchetta.

In una padella capiente (io uso il solito wok), fate rosolare la cipolla per qualche minuto, poi aggiungete la salsiccia, che farete rosolare per bene e infine il radicchio.

Trascorsi dieci minuti, unite il riso e fatelo tostare a fiamma medio-alta.

Fate sfumare con la birra e procedete la cottura del risotto, unendo il brodo poco per volta e continuando a mescolare.

A cottura ultimata date una spolverata di formaggio grana, una di pepe, mescolate bene e servite.

Zuppa ai cereali misti con speck, verza e peperoncino

Zuppa di cereali misti

Nel mio supermercato di fiducia hanno un vasto assortimento di cereali e  questo mi permette di dare libero sfogo alla mia fantasia e di inventare ogni volta una ricettina diversa e sfiziosa.

E cosa c’è di meglio, con questo inverno alle porte, di una bella zuppetta piccante per riscaldare gli animi e risollevare l’umore?

Ingredienti:

  • 250 gr di cereali misti (farro, lenticchie, orzo, miglio, avena)
  • 50 gr di speck a dadini
  • 1 spicchio d’aglio
  • cipolla
  • peperoncino
  • 4 o 5  foglie di verza
  • 200 gr di polpa di pomodoro
  • 2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Sale
  • pepe

Preparazione:

Fate imbiondire l’aglio in un cucchiaio di olio. Unite la cipolla, lo speck, il peperoncino e fate cuocere per 5 minuti. Aggiungete la salsa di pomodoro, aggiustate di sale e pepe e poi unite i cereali che avrete precedentemente lessato per quindici minuti in un litro di acqua.

A parte lessate le foglie di verza per pochi minuti, tagliatele a striscioline e mettetele nel sugo.

Aggiustate di sale, pepe e peperoncino, cuocete altri 5 minuti e poi servite con crostini di pane.

Nella foto allegata, avevo tagliato a striscioline il mio Pane ai pomodori secchi e lo avevo unito alla zuppetta.

Risultato Divino!

Casarecce al pesce spada, pomodorini e olive

Casarecce al pesce spada

Qualche tempo fa, con amici, abbiamo fatto una cena che aveva come tema principale il pesce spada ed io sono stata incaricata di preparare il primo. Siccome mi piace vincere facile, ho cucinato queste casarecce che  avevo già collaudato e che sapevo avrebbero riscosso successo.  Le ho riproposte nel we, a pranzo dai miei, e sono state letteralmente spoverate.

L’idea per la ricetta l’ho presa dal sito misya.info, che è spesso fonte di isprirazione per i miei piatti.

Ingredienti:

  • 1 fetta di pesce spada a persona
  • 400 gr di casarecce  (ho provato una volta a farle a casa da sola con risultati disastrosi, ma riproverò!), oppure di trofie, come preferite
  • pomodorini ciliegia (io vado ad occhio.. ce ne vogliono tanti)
  • una confezione di pinoli
  • olive verdi (100 gr circa, ma anche qui vado ad occhio)
  • peperoncino
  • aglio
  • prezzemolo
  • pepe

Preparazione:

Io generalmente prendo lo spada fresco in pescheria e me lo faccio già tagliare a tocchetti. Se lo fate a casa, dovete togliere la “cotenna” esterna e con un coltello affilato (possibilmente non seghettato, altrimenti si sfilaccia tutto) tagliare dei quadrotti.

Per prima cosa tostiamo i pinoli nell’amico wok, togliendoli dal fuoco appena risultano un po’ dorati, dopodichè facciamo rosolare l’aglio con l’olio e aggiungiamo lo spada che faremo cuocere circa 5 minuti.

Sfumiamo col vino bianco e infine aggiungiamo i pomodorini tagliati in 4 e le olive tagliate a rondelle. Aggiustiamo di sale, pepe, e mettiamo poco poco peperoncino. E’ importante non esagerare, altrimenti il peperoncino rischia di coprire il sapore dello spada.

A questo punto potete decidere se mettere subito il prezzemolo, oppure aggiungerlo solo a fine cottura. A me piace, per cui ne metto una bella manciata subito e una a cottura ultimata.

Quando il sugo è quasi pronto, mettiamo i pinoli.

I tempi di cottura variano in base alle vostre preferenze. Io di solito aspetto che il pomodoro si sia “sciolto” bene e abbia rilasciato il suo sughetto.

Scoliamo la pasta al dente e facciamola saltare pochi minuti nel wok per terminare la cottura e amalgamare bene gli ingredienti.

Spaghetti con zucchine e pancetta

Spaghetti zucchine e pancetta

Estate è tempo di verdure. La mia mamma ha un bell’orticello e ogni tanto mi passa zucchine, pomodori e cose varie.. Oggi avevo delle zucchine da smaltire e mi sono inventata questo sughetto.

Ingredienti:

  • una zucchina bella grande
  • una cipolla
  • paprika dolce
  • una spolverata di pepe
  • pancetta

Preparazione:

Per prima cosa ho rosolato la cipolla con poco olio in una pentola antiaderente, poi quando si è imbiondita ho aggiunto la zucchina tagliata a pezzetti piccoli. Ho cotto tanto tempo, in modo che la zucchina rimanesse quasi bruciacchiata (a me piace cosi) e ho messo due belle spolverate di paprika dolce e un po’ di pepe.

A parte ho rosolato la pancetta che avevo tagliato a cubetti e a 5 minuti dalla fine della cottura l’ho buttata in padella con le zucchine. Ho scolato la pasta al dente e l’ho fatta saltare in padella.

Piatto gustoso!

Grano Kamut ai funghi al profumo di curry

kamut

La ricetta di oggi oltre ad essere molto gustosa è anche sana, il che non guasta.
Era da un po’ che al supermercato guardavo con interesse il grano kamut, ma non sapendo come si cucinava ero restia a comprarlo.. Dopo una rapida ricerca nei mie gruppi di ricette ho capito che non era poi così difficile da preprarare e mi sono convinta.

Ingredienti:

  • Una cipolla
  • uno spicchio d’aglio
  • 200 gr di grano kamut
  • Funghi
  • Curry
  • Sale
  • Brodo
  • Olio

Preparazione:

Tritare la cipolla  e farla soffriggere in padella con un filo d’olio, uno spicchio d’aglio e una spolverata di curry. Tagliare a quadrotti i funghi, unirli alla cipolla e fare cuocere una decina di minuti.

Unire il kamut, sfumare con il brodo e dare una mescolata.

Continuare a cuocere aggiungendo man mano il brodo e mescolando come se fosse un risotto.

Aggiustare di sale e aggiungere curry a piacere.

Il kamut ha una cottura piuttosto lunga. Come per il farro non fidatevi di quanto scritto sulla confezione: sulla mia c’era scritto che cuoceva in dieci minuti e ce ne sono voluti più di venti.

Il gusto è piuttosto corposo e sazia molto.