Serie: Agatha Raisin e la Quiche Letale

beaton-quiche

Autore: M. C. Beaton

Editore: Astoria

Anno: 2011

Quest’estate, in uno dei tanti gruppi di lettura presenti su facebook, ho sentito parlare di questa scrittrice, definita “la nuova Agatha Christie” e mi sono incuriosita perché è stato proprio con i gialli di Agatha Christie che da ragazzina mi sono appassionata alla lettura. Ho pensato “devo leggerla”, ma avevo altre letture in programma, mille altre cose da fare e me ne sono quasi dimenticata.

Quando a fine ottobre, oppressa dall’odiatissimo blocco del lettore, ho scartabellato tra i libri in stand-by alla ricerca di qualcosa di leggero con cui occupare la mente, mi sono ricordata di questa serie e mi sono detta perché no, proviamo.

I libri in tutto per ora sono 8 e ho cominciato dal primo, che ho divorato in un giorno.

Certo lo stile non è proprio come quello della Christie, però capisco che possa ricordarla, perché le storie sono ambientate in una piccola cittadina di campagna, dove tutti si conoscono e le avventure che capitano alla protagonista potrebbero essere paragonate a quelle di una Miss Marple dei nostri giorni.

A differenza di Miss Marple, però Agatha Raisin è tutto tranne che un’amabile vecchietta, anzi! E’ egocentrica, determinata, e per ottenere quello che vuole non disdegna di usare mezzi non sempre leciti.

Appena trasferita a Carsely da Londra, dove ha chiuso la sua rinomata agenzia di pubbliche relazioni, Agatha fatica ad ambientarsi: in paese si conoscono tutti e i forestieri non sono visti di buon occhio. Inoltre, l’aver rubato la donna delle pulizie alla sua antipaticissima vicina e il suo modo di fare non proprio simpatico, non la aiutano ad ottenere consensi nel villaggio.

Decisa più che mai a cambiare questa situazione, si iscrive ad una gara di cucina. E’ convinta infatti che se vincerà la gara, diventerà automaticamente popolare e la gente del paese la rispetterà. Peccato che non sappia cucinare!!! Così, pensando di non essere scoperta, si reca in una nota rosticceria di Londra e acquista una quiche agli spinaci da presentare al concorso, spacciandola per sua.

Ma la fortuna non è dalla sua, perché oltre a non vincere la gara, la sua quiche provoca la morte di uno dei giudici e le aliena ulteriormente le simpatie dei suoi vicini.

Agatha però non si arrende: aiutata da un egocentrico ex collega, venuto per farle compagnia, e decisa a riabilitare la sua persona, si mette ad indagare sull’omicidio e, dopo una serie di incidenti e situazioni al limite del surreale, scopre l’assassino.

Giallo leggero, ironico, simpatico.

Lettura poco impegnativa, adatta al periodo che sto vivendo.

Voto: 7

Annunci

2 commenti su “Serie: Agatha Raisin e la Quiche Letale

    • E’ una Miss Marple un po’ pasticciona, acidella e determinata ma in fondo in fondo di buon cuore. Non puoi non affezionarti a lei e agli altri personaggi della serie.. sono già al 5° e rimpiango che in Italia ne abbiano tradotti solo 8

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...