Le letture di luglio

Lo so, sono indietrissimo con le recensioni del mese ma non ho avuto tempo prima per mettermi a “tavolino” a scriverle tutte. Poi noto che le ricette vengono apprezzate più delle mie maldestre recensioni e quindi.. Cmq prometto che a breve mi metterò in pari.

Letto di ossaPatricia Cornwell è stata per lungo tempo una delle mie scrittrici di thriller preferite, poi con gli anni si è un po’ persa per strada scrivendo libri decisamente aldisotto delle sue possibilità e delle aspettative dei suoi lettori più fedeli. Con questi ultimi romanzi si sta piano piano riprendendo.

Kay riceve via mail delle foto di ossa di dinosauro e dopo pochi giorni viene recuperato in mare il cadavere di una donna di mezza età. Tutto sembra ricondurre alla sparizione di una nota paleontologa, ma la realtà non è come sembra. Grazie all’aiuto dei suoi fedeli collaboratori e dell’instancabile nipote, la Scarpetta riesce a sbrogliare il bandolo della matassa.

La voce delle ossaMolto simile, nel genere, alla Cornwell, Kathy Reichs a differenza sua riesce sempre a mantenere vivo l’interesse del lettore. In questo è aiutata dalla relazione travagliata che la protagonista vive col bel figaccione Andrew Ryan e che fa da sfondo a tutte le sue truculente avventure. Tra un inseguimento e l’altro, tra un’autopsia e l’altra, la nostra Temperance, infatti, non smette di sospirare per il tenebroso tenente Ryan. Diciamocelo, noi lettrici romantiche siamo curiose di sapere come andrà a finire tra i due!  Ma parliamo del libro: in un’abitazione vengono ritrovati i cadaveri di tre neonati, soffocati subito dopo la nascita. La principale sospettata sembra essere una prostituta che vive in quella casa e che è scomparsa da un paio di giorni. Temperance e Ryan partono alla sua ricerca e finiscono nella cittadina di Edmonton, dove, aiutati da un sergente locale (con il quale anni prima Tempe aveva avuto una storia), e dopo una serie di colpi di scena, riescono a dipanare il mistero e a mettere tutti i tasselli al loro posto.

messaggeri dell'oscuritàRitroviamo la tostissima Pedra Delicado e il simpatico Fémin alle prese con dei misteriosi pacchetti anonimi, che vengono fatti recapitare in commissariato.

In ogni pacchetto è contenuto un pene reciso con meticolosità chirurgica. In ognuno è nascosto un messaggio che dovrebbe aiutarli a scoprirne la provenienza. A rendere il mistero ancora più complicato è che non ricevono segnalazioni di cadaveri evirati, ed è impensabile che ci possano essere dieci uomini evirati che se ne vanno in giro per la città come se niente fosse.

La storia è raccontata in modo divertente, con l’ironia ed il sarcasmo che caratterizzano i due personaggi principali, ma senza tralasciare la giusta dose di suspance.Il-cane-di-terracotta

Dei romanzi su Montalbano letti, questo è quello che per il momento mi ha appassionata di più. Si apre con il dialogo tra il commissario Montalbano e “Tanu u Grecu”, un noto mafioso locale, che stanco di fare il latitante, decide di costituirsi alle autorità. Per paura che questo pentimento sia visto come un tradimento da parte delle famiglie mafiose a cui “appartiene” e temendo per la propria vita, propone al commissario di inscenare una finta retata, con tanto di arresto in grande stile, in modo che non si capiscano le sue reali intenzioni. Contemporaneamente, viene scoperto un giro di traffico d’armi e nell’esplorare una grotta in cui si sospetta che vengano nascoste le armi, Montalbano scopre i resti di una giovane coppia. E’ subito evidente che i cadaveri dei giovani amanti sono lì da parecchio tempo, almeno 50 anni, ma a destare la curiosità di Montalbano è soprattutto il modo in cui sono stati sistemati dopo la morte: abbracciati, con accanto un cane di terracotta e una ciotola contenente delle monete. E’ questa indagine parallela, raccontata come solo Camilleri sa fare, che appassiona maggiormente il lettore.

kitchenDi questo libro meraviglioso ho già parlato qui

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...