Letture di Giugno

Ciao a tutti, sono tornata! In realtà non ero andata da nessuna parte, avevo semplicemente il blocco dello scrittore (scrittore si fa per dire 🙂 ) e tanti pensieri per la testa, per cui facevo fatica a dedicarmi a qualcosa di frivolo come il blog, però non ho mai smesso di cucinare e di leggere tanto, ma anche lì scrivere recensioni non è mica facile come dirlo!

In attesa di trovare l’ispirazione per recensire Pet Sematary di Stephen King, libro che mi è molto piaciuto, ho pensato di inaugurare una “rubrica” e fare un riepiloghino delle letture fatte nel mese. In questo modo vi fate un’idea dei miei gusti (e sticazzi direte voi :D) e magari trovate uno spunto per i prossimi libri da leggere.

Cominciamo da giugno quindi (devo recuperare gli arretrati).

La mia media di lettura è di circa 5 libri al mese, poi dipende dagli impegni, dal periodo (non sempre nei momenti di stress riesco a ritagliarmi spazi di relax per leggere) e da tante piccole variabili.. cmq diciamo che a giugno sono riuscita a mantenere il ritmo abituale.

TOP FIVE DI GIUGNO:

Pet SemataryAl primo posto metterei senza dubbio questo piccolo capolavoro del RE che parla di una famigliola (padre madre, due bambini e un gatto) che si trasferisce in una cittadina del Maine in campagna e fa amicizia con due simpatici vecchietti, loro vicini di casa.

Proprio grazie a questi vicini, che li portano a fare una gitarella in campagna, scoprono un antico cimitero per gli animali e da lì cominciano i misteri.. ma non vi svelo niente visto che avevo intenzione di recensirlo. Cmq,  libro fantastico Voto: 9

Io-Anna

Al secondo posto invece metterei questo bel giallo di Elsa Lewin, (scrittrice che non conoscevo). Racconta la storia di Anna che, per cercare di superare l’abbandono del marito, e ancora depressa e piena di rabbia per essere stata scaricata per una donna più giovane, si reca ad una festa per single e viene abbordata da un uomo interessante che la porta a casa sua. Lì per la prima volta in vita sua fa uso di droghe e perde la testa. In un momento di rabbia uccide l’uomo a colpi di sassofono, poi torna a casa, registra quello che è successo su un registratore e poi rimuove completamente l’accaduto. Nel trambusto della serata, dimentica a casa dell’uomo un ombrello. Da questo dettaglio partono le ricerche del Detective incaricato sul caso che la segue presentandosi sotto falso nome, instaura con lei un’amicizia e poi se ne innamora. Molto carino. Voto: 8

riti di morteQuesta autrice mi è stata fatta conoscere da un’amica che l’anno scorso mi ha prestato uno dei suoi libri.. non mi era dispiaciuto, così ho pensato di seguirla partendo dalla sua prima uscita.

I protagonisti di questa serie di gialli sono Petra Delicado, ispettore della polizia di Barcellona, e il suo vice Fermin. In questo primo romanzo  vengono descritte le loro storie e presentati i personaggi. Fa da sfondo la storia dello stupro di alcune ragazze.

Leggero, scorrevole. Voto: 6,5

la forma dell'acquaAltro autore a cui mi sto accostando solo adesso e siccome mi piace fare le cose fatte bene, anche in questo caso sono partita dalla prima avventura.

Nella zona della Mannara (ritrovo di prostitute) viene ritrovato il cadavere di un noto politico locale.  Tutti gli indizi portano a pensare che l’omicidio è avvenuto durante un rapporto sessuale e la colpa dell’assassinio sembra ricadere sulla bella Svedese Ingrid.. Solo Montalbano grazie alle sue intuizioni, riesce a capire che in realtà si tratta di una trappola.

Caruccio. Voto: 6/6,5

la casa rossa Ho letto sul blog di lettura su facebook una recensione di questo libro talmente bella ed entusiasta che mi è subito venuta voglia di leggerlo.

Ho chiesto alla mia fedele spacciatrice di libri (la mia amica che lavora in biblioteca) e tempo zero ce l’ho avuto sul comodino.

Parla di due fratelli che dopo la morte della madre decidono di fare le vacanze tutti insieme con le rispettive famiglie e durante il soggiorno forzato scoprono aspetti di sè che non conoscevano e riaprono vecchie ferite.

Forse sono io che non ho saputo cogliere l’essenza del racconto, ma ho trovato più bella la recensione del libro stesso. Voto: 5

Annunci

18 commenti su “Letture di Giugno

  1. Approvo in toto Pet Sematary, di Stephen King, di cui credo di aver praticamente tutto in casa. Questo libro, in particolare, non mi ha fatto dormire per una settimana. Ma lo rileggerei subito, non avessi gli altri cento in attesa…!

  2. Mi farebbe piacere se trovassi il tempo di leggere e recensire “I tempi andati e i tempi di cottura (con qualche divagazione)”, il primo libro che ho scritto, che sta avendo già un discreto successo, e che non contiene solo ricette, ma è una serie di brevi racconti corredati da ricette, tutte diverse da quelle che posto sul mio blog. Avrei così la possibilità di leggere il parere di una lettrice attenta e competente come te. A presto. Silva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...